Come risolvere in Microsoft Outlook il problema “File log sincronizzazioni: Errore durante la sincronizzazione della cartella”, da PC Windows 10 o computer macOS.

Nonostante il continuo miglioramento delle applicazioni di webmail, in molti ancora preferiscono ricorrere ai classici client di posta elettronica. Questi infatti danno la possibilità di gestire regole e cartelle per più caselle contemporaneamente, anche con indirizzi di posta elettronica provenienti da provider diversi. Il più diffuso di tutti i tempi è sicuramente Microsoft Outlook, probabilmente il client più completo non solo per sistemi Windows ma anche su macchine dotate di macOS.

Come tutti i software di questo mondo, talvolta è possibile incorrere in piccoli problemi e conflitti con altre applicazioni in uso.
Se stai ricevendo continue email con il seguente messaggio di errore, calma e sangue freddo.
Il problema può essere semplicemente collegato ad un processo bloccato di Outlook che va a compromettere la corretta sincronizzazione IMAP delle cartelle associate all’account in questione.

Programma di sincronizzazione versione 16.0.4266.1001
Sincronizzazione cassetta postale in corso…
Sincronizzazione delle modifiche locali nella cartella “Cestino” in corso
1 elemento/i eliminati dalla cartella online
Errore durante la sincronizzazione della cartella
[8004010F-0-0-560]
Operazione completata

Che si tratti di Windows o macOS, l’operazione più elementare da svolgere è quella di riavviare il sistema. Così facendo infatti tutti i processi ed i servizi in funzione verranno chiusi e riaperti, automaticamente ma solo se necessario, al nuovo avvio del computer.
Se per svariati motivi non è possibile effettuare il riavvio, è possibile chiudere il processo incriminato selezionandoli da quelli in uso. Per trovarlo più rapidamente consiglio di ordinare la lista per ordine alfabetico. Individuati quelli che fanno riferimento ad Outlook è possibile forzarne la chiusura.
Ad esempio, da PC con Windows 10 l’operazione può essere effettuata avviando da Esegui l’applicazioneTaskmgr.exe. Si avvierà in tal modo il Task Manager e selezionato il processo basterà cliccare su Termina attività per forzarne la chiusura. L’operazione è analoga anche per le versioni precedenti di Windows, potrebbero solo cambiare determinate diciture.

Da macOS invece è possibile avviare l’applicazione Monitoraggio Attività. Si trova nella cartella Applicazioni -> Utility oppure può essere richiamata semplicemente digitandone il nome nella casella di ricerca Spotlight. Qui trovato il processo in questione, dopo averlo selezionato sarà necessario cliccare sull’icona dell’esagono con la X al centro (posta in altro a sinistra). Il processo bloccato verrà così interrotto.

Infine, dopo un’attenta verifica che non ci siano anche messaggi utili, sarà possibile anche cancellare l’intera cartella con tutti i messaggi non letti relativi all’errore.