Ultimo aggiornamento in data

Con l’Apple Machine Learning Journal, la casa di cupertino si dimostra sempre più interessata all’emergente settore dell’intelligenza artificiale aprendo la strada a scenari che fino a pochi anni fa erano solo fantascienza.

Con un interesse sempre più accanito, la corsa all’intelligenza artificiale è una grande sfida che vede coinvolti molte aziende del settore tecnologico.
Per confermare il suo impegno nello studio e nell’implementazione di tecnologie legate al machine learning, Apple ha da pochi giorni aperto un nuovo blog intitolato “Machine Learning Journal”.
Il nuovo blog, con una grafica minimale ed elegante, si pone l’obbiettivo di scoprire tutte le novità sull’argomento e di discutere sulle possibili innovazioni che potremmo aspettarci in un prossimo futuro.

Per animare il dibattito è stato inoltre proposto un indirizzo email a cui tutti gli appassionati e gli studiosi potranno inviare opinioni e domande.

Senza alcun preavviso, Apple ha introdotto il progetto evitando fronzoli, con un primo post sul blog che descrive gli intenti dell’iniziativa:

Benvenuti sull’Apple Machine Learning Journal. Qui potrete trovare interventi scritti dagli ingegneri Apple relativi all’impiego di tecnologie per il machine learning, per aiutare a costruire prodotti innovativi per milioni di persone nel mondo. Se sei un ricercatore sul machine learning o uno studente, un ingegnere o uno sviluppatore, ci piacerebbe ricevere le tue domande e il tuo feedback. Scrivici a machine-learning@apple.com.

Come è possibile notare dal linguaggio utilizzato, si evince che il blog è dedicato principalmente ad un pubblico esperto.
Il primo articolo infatti si focalizza sul riconoscimento del riconoscimento delle immagini via software, analizzando tutte le potenziali implementazioni e discutendo degli eventuali ostacoli tecnici da superare.
Viene inoltre fornita una bibliografia estensiva sul machine learning, nonché dei consigli per tutti gli appassionati.

Data la difficoltà dei temi trattati e l’approfondimento richiesto, non credo ci si possa aspettare i frequenti aggiornamenti tipici di un normale blog.
Di sicuro tra Siri ed il nuovo HomePod da poco presentato, tali ricerche a Cupertino avranno risvolti sempre più attuali e concreti.