Ultimo aggiornamento in data

Dai inizio a qualcosa di nuovo: torna la campagna per scoprire le sorprendenti opere d’arte create con i prodotti Apple.

Con l’inizio del nuovo anno, Apple ha reintrodotto sul suo sito la campagna “Start Something New” negli Stati Uniti, Australia, Belgio, Canada, Francia, Germania, India, Giappone, Nuova Zelanda, Sud Corea, Spagna, Svezia, Svizzera, Gran Bretagna, Vietnam e molti altri paesi compresa l’Italia.
La campagna, conosciuta nel nostro paese con il nome di “Dai inizio a qualcosa di nuovo”, si propone di raccogliere le più belle opere d’arte realizzate da svariati artisti nel mondo adoperando i prodotti Apple ed in particolar modo i nuovi dispositivi iOS. Vedremo infatti incredibili fotografie scattate con l’evoluta fotocamera dell’iPhone 6s o meravigliosi disegni realizzati con l’iPad Pro in coppiata con l’Apple Pencil.

In totale potremo ammirare una raccolta composta da undici diverse opere tra disegni, dipinti, fotografie, cortometraggi ed altri lavori artistici di varia natura.
Sotto ognuna di queste troveremo il nome dell’autore e gli strumenti Apple utilizzati per crearle come l’iMac, l’Apple Pencil, l’iPad Pro, iPad Air 2 ed addirittura l’Apple Watch. In alcuni di questi casi si è ricorso ad applicazioni di terze parti come Procreate, Adobe After Effects e Darkroom o interessanti accessori come le Active Lens di olloclip o la penna per iPad Air di FiftyThree.

Dalla pagina dell’iniziativa è possibile ammirare nel dettaglio i singoli lavori e ottenere maggiori informazioni sugli artisti che li hanno realizzati, scoprendo nel dettaglio gli strumenti e gli accessori utilizzati ed i vari step seguiti lungo il processo creativo.
Ecco l’elenco completo di tutte le opere presentate:

Alcuni di voi sicuramente ricorderanno che una campagna molto simile era già stata proposta un paio di anni fa in Giappone, arrivando successivamente anche negli Stati Uniti e altri paesi. Nell’occasione all’interno di diversi Apple Store furono esposte delle vere e proprie gallerie d’arte che mostrarono dal vivo proprio alcune di queste opere. Chissà se tale originale iniziativa verrà riproposta anche quest’anno.