Tagantimalware

Come rimuovere Unità di analisi sul crimine informatico: falso virus della Polizia di Stato

Come rimuovere velocemente il falso virus l’ho già spiegato nell’articolo Virus questo sistema operativo è disattivato a causa di violazione delle leggi della repubblica italiana, e a quanto pare la sua diffusione ancora non si fermata.
Proprio oggi ho dovuto sistemare l’ennesimo notebook di un amico.
Vi ricordo che a mio avviso la soluzione migliore resta quella di utilizzare ComboFix.
L’articolo dove spiego come utilizzarlo è il seguente:
Come si usa combofix: giuda completa ed illustrata al migliore antimalware.
Per consigli o chiarimenti non esitate a lasciarmi un messaggio nei commenti.

Virus questo sistema operativo è disattivato a causa di violazione delle leggi della repubblica italiana

“Sono state riscontrate le seguenti violazioni: il tuo indirizzo IP è stato utilizzato per il download e la distribuzione di contenuti piratati. Probabilmente hai utilizzato file-sharing clienti, torrenti o scaricato seguente contenuto direttamente dal sito web. Il suo computer viene pertanto bloccato per evitare la continuazione dell’attività illegale.”

Con questo subdolo messaggio, vi si presenta all’avvio del computer l’infezione chiamata “Ransomware” diventato famoso anche come “virus della polizia di stato”.

Palesemente tradotto in maniera maldestra da qualche traduttore automatico, per poter sbloccare il proprio computer viene richiesto agli utenti infetti il pagamento immediato di una multa di 50 o 100 euro, da effettuare attraverso ricariche di carte prepagate o di telefonate a numerazioni a tariffazione maggiorata.
Continua a leggere

Come si usa combofix: giuda completa ed illustrata al migliore antimalware

Oggi l’articolo che vi propongo potrà sembravi anomalo per questo blog, sopratutto per gli utenti mac di vecchia data che non sono mai stati, per loro fortuna, coinvolti nei discorsi che andrò ad affrontare. Si parla di Windows e di rimedi alle sue epidemie.

Prima di occuparmi di web, ho lavorato per diversi anni come tecnico informatico, prima in un negozio locale di computer, poi avviando con un amico un piccolo centro di assistenza e di networking. Durante quegli anni mi sono passati sotto le mani personal computer con infezioni di ogni tipo. Nella stragrande maggioranza dei casi l’antibiotico a cui ricorrevo era ComboFix, applicativo freeware che con la sua apparente semplicità mi ha tirato fuori dai guai tantissime volte, risparmiandomi ore e ore di lavoro e formattazioni inutili.
Continua a leggere

Virus Trojan su OS X Flashback.C: come controllare se si è stati infettati

Un paio di mesi fa un subdolo Trojan chiamato Flashback, mascherato da falso aggiornamento del Flash Player, ha minacciato gli utenti Mac più disattenti.
Apple da sempre sinonimo di sicurezza aveva prontamente aggiornato il suo sistema antimalware integrato, ma a quanto pare come spesso accade con i virus, l’infamone si è evoluto velocemente. La nuova variante C del trojan, stando ad un recente rapporto di F-Secure, sarebbe adesso in grado di disabilitare l’aggiornamento automatico delle definizioni e successivamente di rendere inoffensivo anche l’intero software antimalware di OS X.
Il sistema a questo punto diventerebbe così completamente vulnerabile, scaricando inoltre ad intervalli altro codice malevolo in maniera del tutto inautorizzata.
Continua a leggere

© 2017 Maccanismi

Luigi CiglianoUp ↑